Abete rosso o Peccio - Picea abies (L.) Karst.
 

Il legno d'abete rosso è un legno chiaro e dolce. Contiene resina, trementina, pinoli e vitamina C. L'abete rosso trasmette armonia, forza, presenza di spirito e sicurezza.

Nome scientifico: Picea abies (L.) Karst
Areale di crescita: in Italia cresce nella zona alpina, in Europa è presente in tutta la fascia centro-settentionale e nei Balcani.
Caratteristiche degli alberi: possono raggiungere i 40 metri d'altezza e gli 80 cm di diametro a petto d'uomo. Hanno fusti dritti e regolari.
Aspetto e caratteristiche del legno: il legno contiene resina e presenta vere e proprie "tasche" intrecluse nei tessuti. Frequente anche la presenza di legno di compressione (canastro)
Peso specifico: allo stato fresco circa 860 kg/m3, dopo normale stagionatura circa 450 kg/m3
Struttura istologica: tessitura media, fibratura abbastanza dritta o elicoidale.
Caratteristiche meccaniche: resistenza a compressione assiale circa 38 N/mm2, a flessione circa 73 N/mm2, durezza modesta, resistenza all'urto bassa, modulo di elasticità 15000 N/mm2
Ritiro volumetrico: da basso a medio
Lavorablità: le operazioni meccaniche sono agevoli; la tenuta chiodi e viti è di buona tenuta. L'essiccazione è agevole, così come l'incollaggio, la tinteggiatura e la verniciatura.
Impieghi principali: costruzioni di vario genere, alberi da nave, paleria, imballaggi, materiale di triturazione per pannelli e per carta cellulosa.

Abete bianco - Abies alba Mill.
 

L'abete bianco è una pianta molto antica. E' un albero molto longevo, può vivere anche diversi secoli. Il suo legno è solido ed elastico e si presta bene sia per la costruzione di arredamenti, che per gli esterni. Il legno fresco è bianco, stagionato diventa giallo pallido.Contiene vitamina C, resina (nella corteccia) e trementina. Dall'abete si possono preparare anche rimedi. Come re del bosco trasmette armonia, pensieri intensi, e ci fa fare una pausa dallo stress.

Nome scientifico: Abies alba Mill
Areale di crescita: in Italia è presente in tutta la catena alpina e in alcune zone dell'Appennino tosco - emiliano, molisano, campano e calabrese. In Europa si trova nella fascia centrale e sud - orientale.
Caratteristiche degli alberi: può raggiungere i 40 m d'altezza, con diametro a petto d'uomo che supera gli 80 cm. La forma dei fusti è normale e diritta.
Aspetto e caratteristiche del legno: il legno non contiene resina, poiché questa è presente solo nella corteccia.
Peso specifico: allo stato fresco pesa circa 920 kg/m3, dopo normale stagionatura pesa invece circa 440 kg/m3
Struttura istologica: tessitura media, fibratura, diritta, tranne nel caso in cui l'albero sia cresciuto in zone fortemente ventilate. In tal caso è possibile la presenza di canastro.
Caratteristiche meccaniche: la resistenza a compressione assiale è di circa 35 N/mm2, quella a flessione è di 70 N/mm2, bassa durezza, modesto comportamento all'urto, modulo di elasticità 14.000 N/mm2.
Ritiro volumetrico: da basso a medio.
Lavorabilità: le unioni con chiodo e viti hanno una buona tenuta; l'essiccazione è agevole ed anche incollaggio, tinteggiatura e verniciatura.
Impieghi principali: strutture costruttive civili, idrauliche, alberi da nave, paleria, imballeggi, mastelli, compensati per fiammiferi.

Larice - Larix decidua Mill.
 

Il legno di larice è molto resistente, per questo viene impiegato soprattutto per la costruzione di esterni e di tutti gli oggetti che sono esposti all'azione degli agenti atmosferici. Esiste sia bianco che rosso e contiene acido resinico e succinico.
La resina degli alberi più vecchi è usata per preparare unguenti. Il larice trasmette sicurezza, fiducia e comunica flessibilità, perché ogni anno perde i suoi aghi e si veste di nuovo.

Nome scientifico: Larix decidua Mill
Areale di crescita: in Italia cresce nell'arco alpino, in Europa è sporadicamente presente in diverse zone montane.
Caratteristiche degli alberi: può raggiungere i 40 m d'altezza e un diametro a petto d'uomo che può raggiungere il metro.
Aspetto e caratteristiche del legno: la resina è abbondante e talvolta forma delle vere e proprie tasche intercluse nel legno.
Peso specifico: allo stato fresco circa 860 kg/m3, dopo stagionatura circa 650 kg/m3.
Struttura istologica: tessitura fine, fibratura spesso elicoidale.
Caratteristiche meccaniche: resistenza a compressione assiale di circa 51 N/mm2, a flessione circa 92 N/mm2, discreta resistenza all'urto, bassa durezza, modulo di elasticità di circa 14000 N/mm2.
Ritiro volumetrico: medio
Lavorabilità: segagione ed essiccazione regolari; dalla tranciatura è possibile ottenere impiallacciature di buona qualità. Unioni con chiodi e viti hanno buona tenuta, così come l'incollaggio, la tinteggiatura e la verniciatura.
Impieghi principali: strutture costruttive sia nel settore edilizio, che stradale, che navale, falegnameria pesante, pavimenti, infissi interni ed esterni, mobili e botti.